Il pH è una scala di misura con la quale si determina l’acidità o l’alcalinità di una sostanza. I valori di questa scala vanno dall’1 (estremamente acido) al 14 (estremamente alcalino). Il punto medio è il 7, che definisce un pH neutro.

Un suolo più sabbioso è acido per sua natura mentre uno più argilloso è alcalino. Un terreno boschivo cade nel mezzo ed è molto simile al limo.

La pianta di cannabis preferisce un pH tra i 5.5 e i 6.5. Nel caso il pH si attesti sopra i 7.5 le radici non sono più in grado di consumare il ferro, il rame, lo zinco, il manganese e il boro che trovano nel suolo e quando il pH è troppo acido le radici non trovano sostanze come acido fosforico, calcio e magnesio a causa della loro perdita di solubilità.

Il pH influisce direttamente sulla crescita delle vostre piante di Cannabis, consentendo a queste ultime di assimilare le sostanze nutritive necessarie per la loro crescita.

Quando il pH del vostro substrato esce da questi limiti di sicurezza, le sostanze nutritive diventano inaccessibili alle piante di Cannabis. È essenziale verificare i valori del pH di un substrato, prima ancora di intervenire al primo segnale di stress.

Leave a Reply